“L’Italia è pronta a presentarsi al mondo con meraviglia e stupore”, così il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, che oggi in una Taormina già blindata, ha presentato il summit del G7 in programma nel week end.

L’esponente del governo ha ricordato come nacque l’idea di ospitare l’evento a queste latitudini: “Qualcuno disse qualcosa di banale sulla Sicilia (la presenza della mafia, ndr) e per questo fu spostato G7 da Firenze a Taormina – ha detto Boschi – Abbiamo superato tutti gli stereotipi datati. Anche rispettando tempistica dei lavori senza deroghe e con i fondi necessari, visto che abbiamo dato priorità all’emergenza terremoto”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato il Prefetto di Messina, Francesca Ferrandino, il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, Paolo Aquilanti, segretario generale della Presidenza del Consiglio, Riccardo Carpino, commissario straordinario per il G7 e Alessandro Modiano, capo delegazione G7.

Il sottosegretario ha anche commentato il corteo di protesta autorizzato per il 27 pomeriggio a Giardini Naxos: “Ci sono manifestazioni previste e autorizzate con i relativi piani per affrontarli. Chi pacificamente e nel rispetto delle regole deciderà di manifestare deve tenere conto di chi si troverà a Giardini Naxos, dei commercianti che non chiuderanno le loro attività e di chi continuerà nella vita normale”.

Boschi ha precisato che “prima di tutto spetta a chi arriverà gestire la manifestazione in maniera civile e nel rispetto delle forze dell’ordine”.

Sui tempi dei lavori realizzati a Taormina ha parlato anche il primo cittadino Eligio Giardina: “Abbiamo reso possibile l’impossibile, facendo in 40 giorni quello che solitamente si impiega anni a realizzare. Abbiamo fatto il bene della città, perché ciò che verrà dopo sarà fondamentale perché Taormina sarà proiettata nel mondo, con migliaia di delegati presenti”.

Il commissario per il governo, Riccardo Carpino ha infine sottolineato che sono stati “Rispettati tempi e costi, senza alcuna deroga, con controlli maggiori su appalti e lavori. Abbiamo messo in sistema tutto. Grazie a militari, aereonautica, vigili del fuoco e genio civile”.