È morto il deputato regionale Nuccio Cappadona. Si è spento soli 56 anni a causa di una inguaribile malattia. Conosciuto da tutti come Nunzio, era originario di San Piero Patti, in provincia di Messina.

Cappadona, imprenditore della sanità privata, era volto conosciuto per il proprio impegno politico che lo ha visto anche approdare all’Ars nella lista Udc con 6376 voti di preferenza su 27472 di lista durante il governo Lombardo. A suo carico anche una serie di vicende giudiziarie, non ultima quella sulle spese “pazze” all’Ars dalla quale aveva ottenuto il proscioglimento in Cassazione.

“Sono profondamente addolorato per la scomparsa di Nuccio Cappadona – dichiara l’assessore regionale per la Salute, Ruggero Razza – che dal momento del mio insediamento ho potuto apprezzare come un coraggioso e capace imprenditore della sanità privata. Era molto malato e, tuttavia, non mancava mai di fare sentire la sua presenza in ogni riunione, con lo spirito sempre giovane di chi avrebbe avuto ancora molto da realizzare. A tutti i familiari desidero rivolgere un commosso pensiero, unitamente ai sentimenti del mio personale cordoglio”.

“Esprimo il profondo cordoglio del gruppo parlamentare dell’Udc per la scomparsa dell’ex deputato Nuccio Cappadona. Se ne va prematuramente un uomo mite e un politico che aveva un grande senso delle istituzioni. Da imprenditore della sanità privata si è distinto per la capacità di creare servizi di eccellenza. Ha servito la Regione
da parlamentare per due legislature lasciando ricordi positivi tra i colleghi e i dipendenti del gruppo parlamentare e dell’Ars. Alla famiglia Cappadona voglio far arrivare il calore della deputazione e degli assessori Udc scossi per la triste notizia” afferma Eleonora Lo Curto, capogruppo Udc all’Assemblea regionale siciliana.