“Rapporto con il Pd concluso? “Questa era la natura e la logica di questa legislatura che si sta concludendo. Abbiamo una legge di stabilità da fare e quindi dovremo lavorare insieme perché continui nelle politiche che fino a questo momento abbiamo sviluppato”: così Maurizio Lupi, capogruppo alla camera dei deputati di Ap, a margine della Summer School del partito a Giardini Naxos. .

“Non è uno scandalo se si collabora per il bene del Paese – ha detto – anzi è è un segnale forte di democrazia, ma poi si ritorna ad essere divisi. Noi non siamo mai stati alleati con il Partito Democratico, abbiamo collaborato insieme con il Pd per portare l’Italia fuori dalla crisi”. “Non a caso abbiamo un Presidente Gentiloni che ascoltando le nostre richieste e sensibilità capisce che c’è una maggioranza, una coalizione e non un Governo monocratico del Pd”.

Parlando con i giornalisti Lupi, ha poi commentato le indiscrezioni sulla cosiddetta ‘quarta gamba’. Si tratta di un progetto a cui starebbe lavorando Silvio Berlusconi nel quale confluirebbero parlamentari provenienti dalle esperienze moderate tra cui la stessa Ap.

Quello che è condivisibile – ha proseguito Lupi – è che finalmente tutti si accorgano da destra e da sinistra che c’è bisogno di un centro moderato e che indica un’idea di politica diversa da quella che c’è stata sono ad adesso. Bisogna smetterla di urlare e di pensare che la politica siano le tifoserie da contrapporre. Bisogna smettere di inseguire i populismi, questo da un punto di vista politica vuol dire essere alternativi alla sinistra e alla destra. Il tema non è quello di dire che c’è una ‘quarta gamba’, ma qualcuno lo ha detto e deve costruire questo centro. Noi ci siamo, ci siamo stati in questi 4 anni, e ci saremo alle prossime elezioni politiche per testimoniare che questo centro c’è”.

Secondo ancora indiscrezioni, Berlusconi avrebbe posto dei veti solo su Angelino Alfano e Denis Verdini (leader di Ala), mentre tra i big accoglierebbe volentieri proprio Maurizio Lupi. Interpellato sulla questione risponde: “La cosa più bella e divertente é descrivere la ‘Quarta Gamba’ che in politica dovrebbe avere una nobiltà, nasce invece per raccogliere quelli che hanno tradito, quelli che sono i ‘reietti’, quelli che non hanno una casa, ugelli che non possono essere ospitati in un’altra casa… Non è così. Non è questa la ragione per cui si fa politica”

Ha poi concluso: “I veti, legittimamente, si pongono all’interno di ogni singolo partito. Il leader di quel partito determina la linea politica con gli altri, le candidature. Berlusconi legittimamente in Forza Italia mette veti con chiunque e su chiunque. Noi non siamo in Forza Italia, e quindi non possono mettere veti su chi non vuole tornare in Forza Italia. È un problema o di chi vuole tornare in Forza Italia o legittimamente del partito di Forza Italia”.