I carabinieri hanno eseguito un ordine di carcerazione a Barcellona Pozzo di Gotto (Me), nei confronti di una donna
B.R., 44 anni, che deve scontare una pena ad un anno e sette mesi ai domiciliari per millantato credito e truffa, commessi tra il 2011 ed il 2013.

In particolare, la donna si era fatta consegnare somme in denaro da diverse persone con il pretesto di darli a pubblici funzionari per farli assumere a tempo indeterminato alle Poste. In verità la donna intascava le somme ricevute.

Si tratta della terza truffa ai danni dei più deboli scoperta in Sicilia in tre giorni. Finti avvocati e finti carabinieri truffavano gli anziani nel palermitano mentre una falsa funzionaria Inps sottraeva le pensioni