Il ministero dell’Ambiente boccia il progetto di termovalorizzatore che “A2a” vuole realizzare all’interno della centrale termoelettrica di San Filippo del Mela (Me).

Ieri è stato notificato il decreto firmato dal ministro Sergio Costa con il quale si esprime giudizio negativo di compatibilità ambientale e si nega l’autorizzazione integrata ambientale al progetto che prevede l’utilizzo di 420 mila tonnellate l’anno di Css (combustibile derivato dai rifiuti).

“Una battaglia storica per tutta la valle del Mela che ha visto uniti associazioni, comitati, amministrazioni e cittadini con l’obiettivo di tutelare al salute pubblica e l’ambiente”, ha dichiarato alla Gazzetta del Sud Peppe Maimone, presidente dell’Adasc. L’azienda resiste e annuncia ricorso al Tar del Lazio. Mentre al Tar Catania sono pendenti decine di ricorsi, tra cui quelli di “A2a” e della Raffineria di Milazzo, contro il Piano Paesaggistico che blocca nuove iniziative industriali nella valle.