Da ieri i dipendenti dell’ex Provincia di Messina oggi Città Metropolitana sono in ferie forzate (ancora adesso retribuite) per una settimana ed è stato questo provvedimento collettivo ad accendere lo scontro tra il sindaco De Luca ed i lavoratori che non vogliono essere gli unici a pagare per responsabilità altrui.

Ma le ferie rischiano di essere il minore dei mali. Se non arriveranno provvedimenti concreti per consentire all’amministrazione di pagare gli stipendi e far fronte alle proprie responsabilità amministrative il sindaco metropolitano nonché sindaco di Messina Cateno De Luca si dice pronto a licenziare tutti, chiudere la ex provincia per fallimento e restituire la fascia di sindaco metropolitano.

Le ex Province sono state smantellate sin dal 2013, attraverso tagli, cancellazione di competenze e funzioni decisi dal governo Renzi a livello centrale e dal governo Crocetta a livello regionale

La provocazione di De Luca sta iniziando ad allarmare qualcuno, visto che è stato convocato un incontro del  sindaco con il sottosegretario alle finanze, il grillino messinese Alessio Villarosa.

LEGGI TUTTO SU TEMPOSTRETTO