Un uomo di Nicosia, di 42 anni, è caduto dal primo piano della sua abitazione di Castel di Tusa, in provincia di Messina, mentre stava eseguendo alcuni lavori sulla facciata. L’uomo ha riportato diverse ferite ma non sarebbe in pericolo di vita. L’incidente è avvenuto lunedì scorso.

Si trova al momento ricoverato al reparto di Rianimazione dell’ospedale Villa Sofia di Palermo dopo essere stato trasferito dall’ospedale Giglio di Cefalù. Dagli accertamenti a cui è stato sottoposto in una prima fase l’uomo ha riportato un ematoma alla testa oltre a diverse fratture alle costole e al momento si trova in coma farmacologico. La sua situazione è grave ma per i medici non sarebbe in pericolo di vita.

Intanto si torna a parlare di incidenti sul lavoro e i sindacati annunciano battaglia nei prossimi mesi. Cisl e Filca hanno minacciato di marciare, a settembre, con la fascia nera al braccio e di segnare a lutto, con un nastro nero, i cantieri dell’Isola che tra gennaio e aprile hanno visto morire 16 lavoratori per carenze sul fronte delle garanzie di legalità.