Un neonato è stato fotografato con in mano il contraccettivo che la madre ha usato nel tentativo di prevenire la gravidanza. È successo in Vietnam. La donna, 34 anni, era già la mamma di due bambini quando è rimasta incinta del terzo, dopo avere inserito un dispositivo intrauterino (IUD).

Quando il piccolo, in buona salute, è nato la scorsa settimana all’ospedale internazionale di Hai Phong, la spirale a rilascio ormonale è uscita con lui e, stando a quanto raccontato dall’ostetrico Tran Viet Phuong, il bambino l’ha afferrata e lui ne ha approfittato per scattare una foto che, naturalmente, è diventata virale.

«Dopo il parto, ho pensato che fare stringere al piccolo il dispositivo fosse interessate e, quindi, ho scattato una foto. Non avrei mai pensato che avrebbe ricevuto così tanta attenzione», ha detto l’ostetrico a VN Express. Lo scatto è stato condiviso sui social media dall’ospedale e, in poco tempo, ha fatto il giro del web (e del mondo). Il piccolo è nato con un peso di 3,2 chilogrammi, si trova in ospedale ma è sano come un pesce.

Lo IUD, comunemente noto come bobina perché il filo di rame viene arrotolato intorno alla plastica, viene inserito nell’utero dai medici ed è efficace al 99%. Il dispositivo può restare in posizione per almeno cinque anni e una donna può rimanere incinta non appena viene rimosso. Tuttavia, nel caso della vietnamita, non ha funzionato…