Pasquale Tridico, presidente dell’INPS, ha ribadito che non ci sarà alcun click day per l’indennità da 600 euro per gli autonomi e per ogni altra prestazione prevista dal decreto Cura Italia. Lo ha detto all’ANSA: «Non ci sarà alcun ordine cronologico e le domande potranno essere inviate anche nei giorni successivi al primo aprile, collegandosi al sito e cliccando sul banner dedicato».

Inoltre, ha aggiunto Tridico, «il bonus babysitter è attivo da oggi (ieri, n.d.r.). Il congedo speciale covid è attivo da ieri (l’altro ieri, n.d.r.). La procedura Cig è attiva dalla scorsa settimana, e la deroga appena le regioni concluderanno gli accordi regionali».

Allo speciale del TG5, poi, sempre Tridico ha affermato: «Da domani (oggi, 1° aprile, n.d.r.) partiranno le procedure per l’accesso online, procedure che rimarranno per tutto il periodo della crisi e sarà possibile accedere in più giorni, non solo in uno. Prevediamo di dare i soldi agli autonomi, ai professionisti, agli agricoltori, ai lavoratori dello spettacolo, alle partite Iva entro le prossime settimane. Queste misure si affiancano a uno strumento per il contrasto alla povertà come il reddito di cittadinanza».

«Il decreto è entrato in vigore 10 giorni fa, l’istituto ha messo in funzione un sistema nuovo e da domani sarà possibile presentare le domande. Sulla cassa integrazione noi prevediamo entro le prossime settimane di erogarla ai lavoratori, ma visto l’accordo con le banche se arrivano prima gli istituti di credito è meglio», ha aggiunto Tridico.

Il sito dell’INPS, comunque, intorno a mezzanotte è andato spesso KO con i messaggi «Internal Error 0x83090020» o «request cannot be served», di certo per il traffico crescente sulla pagina dedicata all’indennità.