La Commissione Bilancio del Senato approva un emendamento per garantire ai siciliani la continuità territoriale. A darne notizia è Valeria Sudano, senatrice di Italia Viva, prima firmataria dell’emendamento. L’ok della Commissione è arrivato ieri. L’emendamento sarà inserito nella manovra economica.

La continuità territoriale per la Sicilia è realtà – dice la senatrice -. Dopo anni di lotte, insieme al deputato Luca Sammartino all’Assembela Regionale Siciliana, finalmente ci siamo riusciti. E’ una grande vittoria. I siciliani non saranno più cittadini di serie B”.

Il provvedimento garantirà ai siciliani lo stesso diritto alla mobilità che è attualmente applicato alla Regione Sardegna. “Finalmente sarà possibile bandire gare, nel rispetto delle regole comunitarie – prosegue la Sudano – per l’assegnazione di tratte agevolate per l’intero territorio siciliano. E’ una misura strutturale che riguarda tutti i siciliani, non solo alcune categorie, come previsto dalle tariffe sociali, che saranno applicate per il 2020, e che assicura il diritto alla mobilità sostenibile. Le gare saranno gestiste dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che valuterà quali rotte saranno agevolate. Si è tentato più volte di arrivare a questo risultato e finalmente la Sicilia avrà la stessa misura di perequazione della Sardegna sul trasporto aereo. E’ l’acquisizione di un diritto che attendevamo da tempo e che finalmente è realtà”.

“Ringrazio tutti coloro che hanno firmato la nostra petizione sostenendoci in questa giusta battaglia – conclude la senatrice -. Ringrazio Matteo Renzi che ci ha creduto, il nostro capogruppo Davide Faraone e tutti colleghi di Italia Viva che in Senato hanno combattuto insieme a me per assicurare ai siciliani una mobilità sostenibile economicamente”.

Intanto continua ad ottenere adesioni la petizione (è possibile firmarla cliccando su questo link.) lanciata sulla piattaforma Change.org dall’Unione degli industriali siciliani di Confcommercio e sposata da BlogSicilia.