A Tenerife, l’isola più grande delle Canarie, un intero albergo è in quarantena dopo che un suo ospite, un medico italiano, è risultato positivo al Coronavirus.

Si tratta dell’hotel H10 Costa Adeje Palace: lo staff dell’albergo nega che sia in atto la quarantena ma gli ospiti sostengono di essere stati informati che non possono lasciare le loro stanze senza l’autorizzazione delle autorità. All’interno dell hotel pare ci siano circa 1.000 persone e la Polizia presidia la struttura affinché nessuno possa accedere al suo interno, come riportato da Metro, tabloid britannico.

Come accennato, il caso positivo al coronavirus è un medico italiano che ha trascorso lì sei giorni insieme alla moglie. La coppia è originaria della Lombardia, dove c’è il focolaio italiano dell’epidemia. È stato lo stesso uomo a recarsi in una clinica privata dopo avere avvertito i sintomi influlenzali ed è stato messo immediatamente in isolamento. Il primo test al COVID-19 è risultato positivo e ora si è in attesa del secondo da Madrid dov’è stato inviato un campione, secondo il protocollo spagnolo.

LEGGI ANCHE: Mascherine vendute abusivamente al Policlinico di Napoli.

Il presidente delle Isole Canarie, Angel Victor Torres, ha dichiarato: «Oggi pomeriggio è stato attivato il protocollo coronavirus per un turista italiano nel sud di Tenerife. Il risultato del primo test effettuato alle Canarie è positivo. Domani si terranno nuovi test a Madrid. Il paziente è stato messo in quarantena».

Un portavoce dell’autorità sanitaria regionale ha aggiunto: «Il protocollo ordina che un secondo test deve avere luogo presso il Centro nazionale di microbiologia dell’Istituto sanitario Carlos III di Madrid. Il paziente è stato messo in quarantena ed è sotto la cura degli operatori sanitari».

Sull’isola, infine, è stata anche istituita una linea telefonica, (+34) 900.112.061, per ricevere tutte le informazioni del caso.

LEGGI ANCHE: Primo caso di Coronavirus a Barcellona.