Paulo Dybala, attaccante argentino della Juventus ed ex del Palermo, sarebbe ancora positivo al coronavirus. L’indiscrezione proviene dalla Spagna, diffusa dal programma televisivo El Chiringuito del Jugones.

Il calciatore aveva informato sulla positività sua e della fidanzata Oriana Sabatini il 21 marzo scorso, dopo gli annunci dei compagni di squadra Daniele Rugani e Blaise Matuidi, risultati negativi in successivi controlli.

Il 26enne (legato alla Juventus da un contratto che scade nel 2022), invece, non sarebbe ancora guarito: è asintomatico e le sue condizioni di salute sono buone, dopo avere superato un piccolo periodo di crisi. Tra l’altro, su Instagram, l’argentino ha anche condiviso foto di allenamenti in casa.

Si tratta di una notizia che potrebbe inficiare la richiesta delle società di calcio di ripartire al più presto con gli allenamenti di gruppo e soprattutto con la stagione. Tra l’altro, il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, intervenendo a Omnibus, in onda su La7, ha affermato: «Comincio a percepire, leggendo alcune dichiarazioni, che probabilmente nei prossimi giorni – visto che ci sarà anche una riunione straordinaria della Lega – potremmo avere una sorpresa, perché secondo me potrebbe essere anche la maggioranza dei presidenti dei club a chiederci di sospendere e di prepararsi invece nel migliore dei modi al nuovo campionato». «La ripresa degli allenamenti sarebbe un segnale importante per i calciatori, fermi da diverse settimane», ha aggiunto.

«Anche perché – ha spiegato il ministro – se fossi nei presidenti delle società, penserei soprattutto a organizzarmi per riprendere in sicurezza e con tutti gli atleti pronti il nuovo campionato, quello che dovrà ripartire poi a fine agosto. Le decisioni che stanno prendendo gli altri Paesi, come ieri la Francia – che penso non sarà l’ultima – potrebbero indurre anche l’Italia a seguire la linea».