Una donna di 113 anni, la più anziana che vive in Spagna, è ora anche la più anziana sopravvissuta al coronavirus.

Maria Branyas, madre di tre figli, vive nella casa di cura di Santa Maria del Tura, a Olot, nella Spagna orientale. Come raccontato sul Daily Mail, la donna è nata a San Francisco, negli USA, il 4 marzo 1907 e, quindi, ha superato anche la pandemia della spagnola che sconvolse il mondo nel 1918 e nel 1919, uccidendo circa 50 milioni di persone.

Secondo il Gerontology Research Group, gruppo di ricercatori che rintraccia i supercentenari nel mondo (gli over 110), Maria è la persona più anziana della Spagna. Tra l’altro, nella casa di cura in cui è ospitata, sono morte a causa del coronavirus 17 persone.

A Maria è stato diagnosticato il Covid-19 ad aprile, nonostante le precauzioni prese dalla struttura. La donna è stata isolata nella sua stanza e ha combattuto contro la malattia finché non è diventata finalmente negativa al virus.

La donna ha raccontato che sta bene, seppure soffre di piccoli dolori, normali per la sua età, e ha ringraziato la casa di cura per il sostegno ricevuto. La figlia, Rosa Moret, alla stampa ha detto che la madre è forte e positiva e ha anche sofferto di un’infezione alle urine durante l’infezione.

Il padre di Maria era un giornalista di Pamplona, andato in America per lavoro dopo avere trascorso un po’ di tempo in Messico. Nel 1915 il ritorno in Spagna, a bordo di una nave: ma l’uomo fu colpito dalla tubercolosi e morì durante il tragitto, con il corpo gettato in mare.

Maria ha, quindi, vissuto due guerre (la prima e la seconda mondiale), nonché la guerra civile spagnola (1936 – 1939). Ha risieduto in varie città, tra cui Barcellona, e ora si trova nella casa di riposo di Olot da vent’anni. Sposata nel 1931, ha avuto tre figlli, 11 nipoti (uno dei quali ha 70 anni) e 13 pronipoti.

Maria ha anche fornito la ricetta per campare così a lungo: non ha mai fumato e ha sempre fatto lunghe passeggiate con gli amici. Preso nota?