E anche la sesta puntata è andata più che bene per Luciano Di Marco, il geometra 52enne di Palermo, che ha confermato non tanto di essere uno dei concorrenti più simpatici – elemento essenziale in una trasmissione televisiva – ma soprattutto di essere un concorrente che ha tutte le carte in regola per andare fino in fondo in MasterChef Italia. E noi ce lo auguriamo, naturalmente. Si sa, facciamo il tifo per lui.

Durante la puntata, inoltre, Luciano ha sintetizzato al meglio gli ingredienti della sua cucina: «Amicizia, passione, sole e territorio». Quattro parole che il palermitano dovrebbe scolpire sul muro del suo futuro ristorante (sì, ci piace andare avanti con le prospettive e non per piaggeria… nella vita bisogna sempre puntare al massimo quando c’è il talento).

Luciano, quindi, ha conquistato la ‘balconata’ grazie al cous cous nella prova della Mistery Box e poi al viaggio di un siciliano in Thailandia dove ha conquistato lo chef Giorgio Locatelli – ormai suo fan – con una finezza: i piselli pelati, roba da alta cucina, in un piatto con un calamaro cotto alla perfezione (che, come già sappiamo, è la sua specialita, tanto apprezzata dai suoi amici e colleghi).

Dopo, poi, la sconfitta indolore della squadra blu di Luciano nella prova in esterna, il siciliano ha convinto tutti con lo zabaione con i frutti rossi gratinati: il dolce ha avuto l’approvazione dei tre giudici grazie di nuovo a una «cottura perfetta». E, dopo l’ennesima ‘promozione’ ai fornelli, Luciano si è lasciato andare all’ormai solita esultanza genuina, per nulla contenuta come ci ha abituati. Insomma, la gara del geometra siciliano prosegue e, più si va avanti, più cresce la convizione in Luciano di avere i mezzi per trasformare un’opportunità in un sogno…

Prossimo appuntamento con Masterchef giovedì 30 gennaio, alle 21.15, su Sky Uno e Now Tv in streaming.