La polizia dell’Arabia Saudita ha arrestato un cittadino palestinese residente nel paese per aver colpito ripetutamente sua figlia, una bambina di circa un anno, perché non aveva ancora imparato a camminare; il video girato da una terza persona era finito sul web.

L’uomo si chiama Yousif Alqutai, è di origine palestinese e nel video maltratta sua figlia che ancora non è in grado di camminare e quindi cade a terra cadere; la bimba piange, ma lui la schiaffeggia in faccia e sulla schiena o la tiene per la testa per farla stare in piedi.

Le immagini, di grande violenza , sono diventate virali in diversi paesi musulmani, dove hanno provocato un’ondata di indignazione che ha provocato la richiesta di un arresto immediato dell’autore del reato, riporta il giornale “The New Arab”.

Alqutai ha registrato un nuovo video in cui è apparso di nuovo con sua figlia, sottolineando che il video era vecchio, che la bambina poteva già camminare, e ha affermato che la sua violenza era conseguenza dello stress dovuto all’abbandono da parte della moglie , che lo aveva lasciato con i suoi quattro figli a carico. L’uomo, però è stato ripudiato dalla sua famiglia.