Andò per pescare, ma fu pescata. A un’aquila calva, il rapace dalla caratteristica testa bianca simbolo degli Stati Uniti, poteva costare moltissimo il tentativo di pescare un polpo, nelle gelide acque della provincia di Vancouver, in Canada. Per sua fortuna, una squadra di allevatori di salmoni è riuscita a salvarla.

Il gruppo stava tornando alla sua casa galleggiante quando hanno sentito strillare l’uccello, preso tra i tentacoli del polpo gigante che voleva afferrare tra i suoi artigli.
La situazione ha messo il gruppo di pescatori nell’imbarazzo per decidere se interferire nella lotta per la vita che regola le leggi della natura.
Dopo aver osservato la battaglia per circa cinque minuti, i pescatori hanno deciso di salvare il volatile.
“Non eravamo sicuri se dovessimo interferire perché è la natura madre, la sopravvivenza del più adatto”, ha detto uno di loro, secondo quanto riporta la CNN. “Ma è stato straziante vedere questo polpo stava cercando di affogare quell’aquila.”
I pescatori hanno preso un palo uncinato e allontanato il polpo gigante, consentendo all’aquila calva di liberarsi. Sui social, non tutti sono stati d’accordo con la loro scelta di intervenire in favore di un predatore diventato preda.