«Non ho mai parlato di destra e sinistra perché io non discrimino». Così Nicola Savino in diretta a Deejay Chiama Italia, la trasmissione che conduce con Linus su Radio Deejay, rispondendo così alle dure parole condivise sui social media da Elisabetta Gregoraci, motivando il perché sarebbe stata esclusa dal cast del dopo festival (che sarà in onda su Raiplay).

«Apro e chiudo parentesi – ha aggiunto Savino – : ho parlato al telefono con Elisabetta Gregoraci per rincuorarla di un malinteso che mi riguarda, ma non ho mai parlato di destra e sinistra perché io non discrimino. Prima di tutto io non associo Flavio Briatore alla destra. Anzi…: è amico di Renzi! Però questa cosa di destra e sinistra mi ha proprio avvilito».

La 39enne di Soverato, ex moglie dell’imprenditore, ieri ha affermato: «Il signor Nicola Savino con cui avrei dovuto co-condurre il format, ha imposto la sua volontà e ottenuto con forza e prepotenza, la mia esclusione, adducendo motivi inesistenti, pretestuosi e strumentali, tra i quali (affermazione pronunciata nel corso di una nostra conversazione telefonica privata e che mi ha molto ferito) la presunta appartenenza politica alla destra del mio ex marito, in quanto all’interno del format avrebbe già incluso comici sostenitori di sinistra».

Sulla vicenda era anche intervenuta la politica, con le dichiarazioni di Paolo Tiramani (Lega) e Giorgio Mulé (Forza Italia). Amadeus, poi, contattato da Adnkronos, ha subito difeso Savino: «Io non ho mai sentito in questi mesi Elisabetta Gregoraci. E Nicola Savino ha piena autonomia sulla scelta del cast all’interno dell’Altro Festival. Io ho scelto lui e gli ho consegnato in qualche modo le chiavi di casa. Mi fido e so che farà un lavoro fatto bene. A tutti quelli che non ci saranno, voglio ricordare che la vita è fatta anche di no. E con tutto il rispetto per Elisabetta, il fatto che oggi sia tutto urlato sui social non aiuta. Andrebbero rispettati i no come i sì».