Il marito di un’infermiera della California del sud (USA), che è deceduta per le complicazioni da COVID-19 più di due settimane fa, è morto dopo aver combattuto lui stesso contro la malattia, lasciando cinque bambini piccoli tra cui una neonata. La vicenda è stata riportata da CBSNews.

Daniel Macias di Yucaipa si è spento giovedì scorso, 9 settembre, come raccontato da un familiare a KTLA-TV: «Non conosco nessuno che ami i propri figli tanto quanto loro e si assicuravano di dirglielo ogni giorno», ha detto Terri Serey, la cognata di Daniel. «Voglio che siano consapevoli di quanto sono amati. E voglio che sappiano quanto i loro genitori li abbiano amati».

Daniel e sua moglie, Davy, sono stati ricoverati il mese scorso, dopo la diagnosi di COVID-19, in un’unità di terapia intensiva ospedaliera a distanza di pochi giorni. Un medico ha partorito la figlia della coppia otto giorni prima che Davy Macias morisse.

La coppia ha sviluppato i sintomi dopo una gita di famiglia in spiaggia e in un parco acquatico al coperto alla fine di luglio.

Il fratello della donna, Song Serey, ha rivelato al San Bernardino Sun  che la sorella non si era vaccinata contro il COVID-19 ed era riluttante a farlo perché incinta. Era un’infermiera nel reparto travaglio e parto del Kaiser Fontana Medical Center e aveva lavorato durante la pandemia. Song, però, non sa se anche il cognato, un insegnante di matematica in una scuola media, abbia scelto di non vaccinarsi. I figli della coppia, che hanno meno di 7 anni, sono stati affidati alle cure dei nonni..

Articoli correlati