Rilanciare le ex partecipate Amg e dell’Amap. E’ la richiesta della sigla sindacale Femca Cisl Sicilia che ieri si è riunita  nel corso del consiglio generale della Federazione di Palermo e Trapani.

“L’Amg e l’Amap hanno una storia- ha detto Nora Garofalo, segretario generale della Femca Cisl e Franco Parisi, segretario generale della Femca Cisl Sicilia,, una struttura e prospettive che le rendono uniche rispetto a tutte le aziende partecipate del Comune di Palermo. Le istituzioni e la classe politica tengano conto della tipicità di queste due ex municipalizzate prima di progettarne il futuro”.

Ad aprire i lavori la relazione del segretario della Femca Cisl provinciale, Andrea Perrone, che ha rimarcato la necessità di avviare un concreto rilancio dell’Amg e dell’Amap. “Queste due aziende sono le uniche a essere in attivo fra le ex municipalizzate – hanno sottolineato Garofalo e Parisi –  e sono rivolte a un mercato che non è soltanto quello della città di Palermo. L’Amap in virtù dell’Ato idrico e del relativo piano d’ambito garantisce le forniture idriche di molti Comuni della provincia di Palermo. L’Amg a breve sarà coinvolta nelle gare per l’assegnazione delle concessioni per la distribuzione del gas. Entrambe sono realtà di tipo industriale che rispondono a normative e regolamenti nazionali e  quindi i temi che le riguardano vanno gestiti in maniera distinta dalle altre partecipate del Comune”.