La Lega nonostante il tour elettorale di Matteo Salvini che ha girato mezza Sicilia, stenta a decollare e, alla resa dei conti, non riesce a spuntarla. I due candidati Giuseppe Spata e Giorgio Randazzo perdono i duelli a Gela e a Mazara del Vallo. Il Movimento 5 Stelle, invece, si aggiudica due importanti ballottaggi. La vittoria arriva a Caltanissetta, unico capoluogo di provincia al voto in questa tornata di ballottaggi in Sicilia, per il candidato del M5s Roberto Gambino che doppia il rivale Michele Giarratana del centrodestra. Diventa 5 stelle anche Castelvetrano dove avviene il sorpasso del candidato grillino: Enzo Alfano, in svantaggio al primo turno di due punti, vince contro l’avversario civico Calogero Martire.

Per la Lega però non si tratta di una sconfitta netta. I propri rappresentanti sono convinti di rappresentare una sorta di ago della bilancia nell’equilibrio dei partiti di destra siciliani. “I risultati dei ballottaggi confermano quanto era già chiaro dal primo turno: in Sicilia come nel resto del Paese il centrodestra senza la Lega non è competitivo o non esiste” lo afferma Francesca Donato, candidata della Lega alle elezioni europee nella circoscrizione Isole.

“A Caltanissetta – continua l’esponente leghista e leader di Progetto Eurexit – la conventio ad excludendum nei confronti della Lega scattata già nella fase preparatoria delle elezioni consegna la città al Movimento 5 Stelle, mentre a Gela e Mazara del Vallo nonostante gli ottimi risultati di Giuseppe Spata e Giorgio Randazzo prevalgono per un soffio schemi consociativi che nulla hanno a che vedere con il centrodestra”.

Ora per la Lega di Matteo Salvini è in arrivo un’altra importante sfida in occasione delle elezioni europee. “Sono convinta – conclude Francesca Donato – che dopo i risultati positivi delle liste della Lega nelle amministrative siciliane, il grande consenso che registreremo alle europee renderà più chiara la scelta da compiere: o con Matteo Salvini per costruire il centrodestra del buonsenso e della sovranità nazionale o con il Pd per provare a salvare qualcosa di una stagione che i siciliani e gli italiani tutti desiderano archiviare”.