“Abbiamo condiviso e firmato il protocollo d’intesa che prevede l’assistenza ai disabili nelle aree ‘self’ delle stazioni di servizio, ma vorremmo una politica più attenta alle criticità del settore”.

A dichiararlo è Francesca Costa, presidente di Confesercenti Faib Sicilia in riferimento all’intesa siglata dalla Regione con le associazioni.

“Un’iniziativa che abbiamo apprezzato dal punto di vista morale e sociale, ma che ha semplicemente messo nero su bianco ciò che nelle stazioni di servizio veniva già fatto: chi ha difficoltà motorie è sempre stato assistito a prescindere, l’accordo formale non deve trasformarsi in “spot”, ma deve aprire la strada ad iniziative e provvedimenti utili ai gestori stessi.

“La categoria – prosegue Costa – è massacrata da concorrenza sleale, abusivismo, pressione fiscale e burocrazia a cui si aggiunge l’indifferenza delle istituzioni“.

“La polverizzazione della rete distributiva e la destrutturazione del mercato – aggiunge Salvo Basile, coordinatore Faib Sicilia – favoriscono l’illegalità contro cui ogni giorno dobbiamo combattere, a partire dal mancato rispetto dei contratti previsti dalla legge. Inoltre, per quanto riguarda gli impianti totalmente ‘self’ ci auguriamo siano previste anche altre misure per l’assistenza ai disabili‘.