Un ragazzo di 17 anni palermitano residente nel quartiere Capo accusato di avere picchiato e rapinato un giovane di 25 anni trovato dalla polizia ferito e insanguinato mentre vagava in piazza Principe di Camporeale a Palermo lo scorso 27 febbraio.

Dopo indagini che si sono avvalse anche delle immagini dei sistemi di videosorveglianza gli agenti di polizia lo hanno arrestato e portato nel carcere del Malaspina.

Il ragazzo di 17 anni è accusato di rapina aggravata, lesioni personali e furto in appartamento. Lo scorso 27 febbraio il giovane turista è stato accerchiato nelle stradine della Vucciria da un gruppo di ragazzini, picchiato e rapinato del cellulare e di 90 euro.

Prima di essere soccorso dagli agenti aveva vagato per chilometri fino a piazza principe di Camporeale. Gli agenti del commissariato Centro hanno passato al setaccio i sistemi di videosorveglianza della zona e sono riusciti a identificare uno della banda B.E.

Lo stesso è accusato di avere messo a segno un furto in appartamento lo scorso 11 febbraio sempre alla Vucciria. In quell’occasione approfittando dell’assenza dei proprietari ha portato via 7000 mila euro. Gli agenti sono arrivati a lui grazie alle impronte ritrovate in casa.