Il nubifragio del 15 luglio di Palermo ha causato danni per almeno mezzo milione di euro alla concessionaria Honda VegMotors di viale Michelangelo. Una tragedia evitata solo perché a Palermo si festeggiava Santa Rosalia e la concessionaria era chiusa al pubblico. Chissà cosa sarebbe accaduto se dentro al reparto officina ci fossero stati dipendenti e clienti. Intanto, mentre i sottopassi, lentamente, vengono riaperti, le aziende ora devono fare i conti con la devastazione post bomba d’acqua.

Oltre al pericolo scampato ora però si contano i danni all’interno della struttura che si trova a poche decine di metri dal sottopasso allagato. Danni non di poco conto visto che l’acqua è arrivata all’interno dei locali con una potenza tale da scardinare il grosso portone in ferro da cui si accede. Le stanze sono state riempite di acqua, fango e detriti fino ad un’altezza di oltre 5 metri. Nulla si è salvato a causa della forza dell’acqua arrivata a grande velocità da viale Michelangelo.

Da una prima stima, i danni ammonterebbero a oltre mezzo milione di euro. Numerose erano le auto, nuove di zecca, che dovevano essere consegnate. Altre auto si trovavano in riparazione nel reparto officina. Ingenti anche i danni nel reparto magazzino che contiene i ricambi e gli archivi e nel reparto officina. Danni anche alla struttura, agli impianti elettrici. Nel piano seminterrato della concessionaria di auto VegMotors, come si vede dal video,  l’acqua è arrivata con una forza dirompente.

I titolari dell’azienda palermitana hanno dato mandato al legale Giuseppe Cascina di intraprendere la pratica per il risarcimento dei danni subiti al Comune di Palermo. “Non è la prima volta che i sottopassi si allagano – afferma l’avvocato Giuseppe Cascina  – ma questa volta  i danni sono davvero ingenti e il Comune di Palermo sarà chiamato a risarcire”.

Intanto i titolari della concessionaria hanno ricevuto la solidarietà da numerosi amici e colleghi. Si tratta di una realtà giovane, nata a Palermo da un gruppo di imprenditori che hanno deciso di puntare sul territorio e che hanno già ottenuto risultati positivi. “Ringraziamo tutti gli amici, i clienti e i colleghi che hanno dimostrato la propria vicinanza dopo quanto avvenuto – dice Vincenzo Gueccia, uno dei titolari della VegMotors -. Grazie anche alla Honda che ci ha offerto sostegno fin da subito per poter ripartire”.