La polizia municipale di Palermo ha bloccato i lavori all’interno di un cantiere edilizio abusivo in piazza Edison, nel quartiere Matteotti. Gli uomini del Nucleo tutela patrimonio artistico della polizia municipale hanno sequestrato l’area in cui si stavano eseguendo dei lavori di sbancamento e di demolizione di una scala d’ingresso.

Il cantiere però era stato allestito senza che la proprietaria quarantunenne si fosse dotata del permesso di costruire rilasciato dalle strutture comunali e senza il preventivo nulla osta della soprintendenza. Quest’ultima è un’autorizzazione necessaria poiché l’area dove è ubicato l’immobile è classificata dal piano regolatore comunale come una zona di importanza storica e antropologica in un quartiere, edificato intorno al 1930 con villette popolari, dapprima denominato Littorio e poi intitolato nel dopoguerra al martire socialista Giacomo Matteotti.

Il cantiere è stato scoperto al centro di piazza Edison, accessibile da una larga scalinata sovrastante il marciapiede di viale della Libertà, all’altezza di via La Marmora.