La crisi economica miete un’altra vittima eccellente, ed un negozio storico chiude i battenti. Finisce dopo 50 anni l’avventura imprenditoriale di Alfano Sport, il negozio di articoli sportivi in piazza dei Leoni 26 aperto cinquant’anni fa dall’ex maestro e giocatore di tennis Tanino Alfano.

Un punto di riferimento non solo a Palermo, ma nella Sicilia intera, e da cui sono passati grandi campioni.
Il negozio, dove da qualche tempo è stato affisso un cartello di “Liquidazione”, chiuderà definitivamente a fine maggio, quando verranno svuotati i magazzini. Poi si procederà alla vendita dei locali.

A spiegare i motivi della dolorosa chiusura a Repubblica Palermo è proprio il titolare Tanino Alfano: “E’ una decisione che ho preso circa due mesi fa. Negli ultimi due-tre anni c’è stato un sensibile calo di fatturato, e poi dobbiamo competere con la concorrenza dei centri commerciali, gli acquisti di merce on line e i ragazzi che dovrebbero essere i nostri principali acquirenti non hanno lavoro e quindi non possono permettersi una racchetta da 150-200 euro”.

Verranno licenziati quattro dipendenti ma Alfano sta valutando la possibilità di aprire insieme al figlio Angelo un altro negozio specializzato in articoli per il tennis. Ma ancora a Repubblica confessa: “Prevale la mia stanchezza. Giornalmente dobbiamo fare i conti con le tasse, con le banche, con i fornitori, con clienti sempre più esigenti e con il calo degli affari non ce la facciamo più ad andare avanti”.

All’interno del negozio, c’è anche una stanza dedicata al tennis con le foto di Adriano Panatta, Corrado Barazzutti, Paolo Bertolucci che testimoniano il boom in città di questa disciplina già a partire dagli anni Settanta.

“I nostri amministratori – conclude Alfano – dovrebbero chiedersi il perché proprio i marchi più celebri di Palermo sono costretti a gettare la spugna”