E’ stato bloccato dagli agenti della polizia stradale sulla statale 113 nei pressi della piazza di Capaci (Pa). Gaetano Fontana, comandante da circa 40 anni della polizia municipale del piccolo centro alle porte di Palermo, l’ultimo giorno di servizio prima di andare in pensione non lo dimenticherà tanto presto.

Era alla guida della sua auto e aveva il cellulare in mano. Stava telefonando. Gli agenti della polizia stradale lo hanno bloccato e multato. Cinque punti di patente volati via e una multa. Non si sa se è anche scattata la sospensione della patente.

Gli agenti della stradale non hanno voluto sentire ragioni. Fontana ha cercato di replicare dicendo di essere il comandante della polizia municipale.

Un componente del consiglio comunale sarebbe anche intervenuto, ma gli agenti lo hanno allontanato.
Il comandante della polizia municipale aveva salutato alle 14.

“Quando si dice l’ironia della sorte. Spiace che sia incappato in questo episodio – dice il sindaco Pietro Puccio – In questi anni ha contribuito allo sviluppo della nostra polizia municipale, mostrando grande lealtà e uno spiccato senso di attaccamento alle istituzioni”.

Abbiamo cercato una replica dell’ex comandante della polizia municipale. Pare che l’ex comandante avrebbe contestato la multa sottolineando che l’auto non era in movimento.

Proprio oggi è entrato in servizio il nuovo comandante Gianni Baiamonte che ha iniziato la sua carriera nella polizia locale nel 1990.

Gaetano Fontana ha raggiunto i limiti di età, dopo 42 anni di servizio.

A Fontana era arrivato il ringraziamento del sindaco e della giunta. “L’intera amministrazione – dice Pietro Puccio – ringrazia il comandante Fontana per il suo impegno, la sua dedizione, e per i risultati raggiunti. In questi anni ha contribuito allo sviluppo della nostra Polizia municipale, una struttura sotto organico che attraverso l’impegno di tutti riesce comunque a raggiungere risultati positivi”.

Il nuovo comandante Baiamonte, è il più idoneo a ricoprire il ruolo non solo per la competenza, l’esperienza e il curriculum di assoluto valore, ma anche per la profonda conoscenza di Capaci, maturata in quasi trent’anni di servizio.

Un compito gravoso ma allo stesso tempo di gran prestigio, sotto l’aspetto umano ma soprattutto professionale.