A rischio lo spettacolo di Capodanno dei Tinturia con Frassica  nel quartiere Cep a Palermo. A tre giorni dallo spettacolo il direttore dello Iacp Vincenzo Pupillo ha scritto una nota al Comune affermando che l’area nella zona del giardino Peppino Impastato dove si deve svolgere lo spettacolo  appartiene all’istituto case popolari.

“Da un accertamento di ufficio abbiamo rilevato che detta area è residuale della particella 7421 e non sembrerebbe esserci alcun atto formale che ne definisca il passaggio di proprietà da questo Iacp a codesto Comune – scrive nella nota il direttore – Qualora la pubblica manifestazione dovesse tenersi all’nterno dell’area  dovete munirvi della nostra autorizzazione, nonchè concordare il compenso per l’utilizzo temporaneo dell’area accreditando le somme incassate se già previste nel bando”. Una vera grana anche se dal Comune arriva la smentita.

“Spiace notare – dichiara l’assessore alla cultura Adham Darawsha – che alcuni funzionari dello Iacp hanno inviato una frettolosa nota al Comune, probabilmente ignari del fatto che l’area in questione è, dal lontano 1970, assegnata al Comune e che quindi tutto è regolare per quanto attiene l’organizzazione del concerto. Così come sono regolari ogni altra iniziativa del Comune realizzata e programmata dal Comune in questi anni. Mi auguro che i vertici dello Iacp non vogliamo aprire un inutile scontro istituzionale che si andrebbe a sommare ai già gravi contenziosi in atto”.

Per il consigliere comunale Fabrizio Ferrandelli una vicenda da chiarire.

“Mentre nelle altre città del mondo, a poche ore, i palchi sono già montati e tutto è quasi pronto, qui a Palermo – dice Ferrandelli – nessuno dialoga con nessuno. Non si informano gli enti competenti e si va avanti con anarchia e improvvisazione. È davvero indecoroso, questi assessori non sono in grado, Sindaco in testa, di gestire più nulla. E quest’ultima vicenda è soltanto la più recente e clamorosa. Adesso si levino davvero dalle balle e si assumano le proprie responsabilità fini in fondo”.