“Quando fai la spesa al supermercato, pensa a chi la spesa non può farla”, è l’appello alla solidarietà lanciato dal Comitato Promotore delle Zone Franche Montane in Sicilia per aiutare le famiglie che vivono una situazione di disagio economico, dovuta al fermo lavorativo per l’emergenza sanitaria.

«Chiediamo ai cittadini di lasciare al proprio supermercato beni di prima necessità, chiedendo di recapitarli, anche a domicilio, alle famiglie che in questo momento versano in condizioni assai precarie – spiega Vincenzo Lapunzina, coordinatore del Comitato Zfm. – Chi non ha uno stipendio e vive dei proventi del proprio esercizio, in questo momento di blocco lavorativo, disposto giustamente dal Governo nazionale, ha notevoli difficoltà anche a fare la spesa».

Ai cittadini viene chiesto di aderire all’iniziativa denominata “La spesa sospesa” con un piccolo gesto di generosità, ovvero donando alle casse dei supermercati beni a lunga scadenza, (pasta, latte, zucchero, legumi, tonno, pelati…); saranno gli stessi commercianti a recapitarli a domicilio a chi ne ha bisogno per fare in modo che #NESSUNORESTISOLO .