E’ morto all’ospedale Civico di Palermo positivo al Covid 19 a Palermo. L’uomo di 55 anni è morto nel reparto di Terapia intensiva del Civico in cui si trovava ormai da qualche giorno.

La sua compagna è invece ricoverata all’ospedale Cervello dopo essere risultata anche lei contagiata. L’uomo, grande appassionato di moto e dipendente Eni, si era trasferito con la sua compagna a Palermo per ragioni di lavoro dopo essere stato per anni fuori dalla Sicilia.

Sembrerebbe che l’uomo soffrisse già di asma. Circa una settimana prima di entrare in ospedale sia lui che la donna avevano accusato i primi sintomi e avevano contattato il medico curante.

Quindi l’intervento dei sanitari del 118 nel loro comune di residenza, a Corleone, che hanno portato entrambi al Cervello. La donna è rimasta nel nosocomio di via Trabucco mentre il compagno è stato portato al Civico e sottoposto a ventilazione artificiale.

Nonostante gli sforzi dei medici le sue condizioni sarebbero peggiorate nel giro di qualche giorno. Fino a ieri, quando il suo cuore ha smesso di battere. Si tratta della seconda vittima del Coronavirus in provincia di Palermo dopo il novantenne di Vicari deceduto al “Covid hospital” di Partinico in cui era stato trasferito dopo essere rimasto contagiato, con ogni probabilità, nella residenza sanitaria assistenziale di Villafrati, il piccolo centro abitato dichiarato zona rossa dal governatore Musumeci.