Fondi per 300 milioni destinati alle Zone Economiche Speciali da fare arrivare alle imprese del Sud che potranno creare nuovi indotti e stimolare così l’economia. In aggiunta ci sono altri 250 milioni.  Lo ha anticipato il ministro per il Sud Barbara Lezzi che è intervenuta a “Focus economia”, su Radio 24.

“Per le Zes abbiamo una dotazione iniziale di 250 milioni – ha detto il ministro nel corso della trasmissione – che prevede agevolazioni, sotto forma di credito d’imposta, per un importo massimo di 5 milioni di euro per ciascun investimento. Inoltre, nel decreto crescita ci saranno ulteriori 300 milioni di euro, una cifra significativa che ho stanziato dal Fondo sviluppo e coesione, che serviranno per l’istituzione di un fondo con il quale si potranno implementare gli investimenti privati proprio nelle Zone economiche speciali”.

Barbara Lezzi ha chiarito le intenzioni del Governo riguardo a come spendere questi finanziamenti. “Questi 300 milioni – ha aggiunto – serviranno per istituire un fondo al quale si potranno ‘agganciare’ ulteriori fondi di investimento privati allo scopo di sostenere le grandi imprese le quali, a loro volta, potranno così attivare anche l’indotto delle piccole aziende”.

Nel Decreto crescita, ha anticipato il ministro, verrà presentata una norma generale. “Voglio dare il giusto valore alla Cabina di regia nazionale sulle Zes, che ho istituito nel Decreto semplificazioni. Una volta che saranno stanziate queste risorse infatti vorrei convocare, spero entro la metà di aprile, una nuova cabina di regia per ricevere spunti dalle autorità portuali e soprattutto dai comitati di indirizzo strategico, al fine di compilare poi il regolamento di questo fondo”.