Sono in tutto 16 i comuni siciliani che hanno attivato il Progetto “Una scelta in Comune”, che prevede l’opportunità per i cittadini maggiorenni di dichiarare la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti, firmando un semplice modulo al momento del rilascio o del rinnovo della carta di identità.

una scelta in comune, comuni attivi

La dichiarazione sarà poi trasmessa in tempo reale al SIT, Sistema Informativo Trapianti, banca dati del Centro Nazionale Trapianti, consultato per ciascun soggetto potenziale donatore in stato di accertamento di morte cerebrale dai Centri Regionali Trapianto in modalità̀ di H 24. Il comune siciliano più efficiente è Siracusa che dall’attivazione del sistema, lo scorso gennaio, ha già raccolto 1092 dichiarazioni. Gli altri comuni che hanno attivato il sistema sono Bagheria, Castelnuovo, San Salvatore di Fitalia, Alia, San Cataldo, Tusa, Balestrate, Chiusa Sclafani, Menfi, Melilli, Valdina, Avola, Villafranca Tirrena, Delia e Campobello di Licata.

In totale negli uffici anagrafe siciliani (alla data del 6 maggio scorso) sono state registrate 2283 dichiarazioni con una percentuale del 99,8% di consenso alla donazione, confermando lo spirito di solidarietà dei siciliani. “Il Centro regionale trapianti della Sicilia- afferma Bruna Piazza, Coordinatore regionale del CRT – è grato ai comuni che già hanno aderito al progetto una scelta in Comune per la collaborazione e la disponibilità offerta. Auspichiamo di, quanto prima, incrementare la diffusione di questa opportunità per i cittadini siciliani con l’obiettivo di una completa copertura regionale”.

Nei Comuni aderenti all’iniziativa, i cittadini che desiderano esprimere il consenso o il diniego alla donazione di organi e tessuti all’atto del rilascio o rinnovo della carta d’identità̀, devono sottoscrivere la relativa dichiarazione espressa nel modulo. Tale dichiarazione deve essere resa in doppia copia in quanto una copia deve essere conservata agli atti di archivio, un’altra deve essere consegnata al dichiarante come ricevuta e non deve necessariamente accompagnare la carta d’identità̀.

L’ufficiale d’anagrafe dovrà̀ riportare l’informazione fornita dal cittadino all’interno del quadro dei dati utilizzati nella procedura per l’emissione o rinnovo della carta d’identità̀. Il dato così acquisito è inviato direttamente in modalità̀ telematica al SIT, unitamente ai dati anagrafici del dichiarante e agli estremi del documento d’identità̀ al fine di consentire l’immediata consultazione del dato da parte del Coordinamento regionale trapianti. Solo su espressa richiesta del cittadino il dato può̀ essere anche riportato sul documento di identificazione.

Nel caso in cui il cittadino intenda modificare la propria volontà̀ registrata nel SIT attraverso i Comuni, si dovrà̀ recare presso la propria ASL di appartenenza oppure- limitatamente al momento di rinnovo del documento d’identità̀- potrà̀ farlo anche presso l’ufficio d’anagrafe del Comune, ricompilando l’apposito modulo per la successiva trasmissione del dato al SIT. In tal modo i Centri Regionali Trapianto hanno la certezza di poter consultare nel SIT sempre l’ultima volontà̀ espressa dal cittadino. Ai fini della modifica della volontà̀ restano valide tutte le altre modalità̀ di dichiarazione previste dalla legge: una dichiarazione, resa in carta libera o su moduli appositamente predisposti da enti pubblici e dalle associazioni dei donatori, da cui risultino, oltre alla volontà̀ in ordine alla donazione degli organi e dei tessuti, i dati personali, la data e la firma; con una dichiarazione resa presso le aziende sanitarie, le aziende ospedaliere o gli ambulatori dei medici di medicina generale; una dichiarazione resa presso i Centri Regionali per i Trapianti.

Nelle linee-guida per i Comuni, disponibili sul sito del CRT Sicilia (www.crtsicilia.it), e del CNT (trapianti.salute.gov.it), sono riassunte le procedure per attivare il servizio che richiede alcuni passaggi preliminari.

Il Comune formalizza l’adesione al servizio con una delibera di giunta. Per attivare l’interconnessione tra il Sistema Informativo Trapianti e il sistema informatico dell’anagrafe è necessario realizzare due componenti software, integrati nella procedura informatica per l’emissione della carta d’identità. Compiute le modifiche al software dell’anagrafe, si rende necessaria l’installazione di un certificato SSL di autenticazione. Per tutte le informazioni sul processo di interconnessione tra i due sistemi informatici è possibile scrivere al Sistema Informativo Trapianti al seguente indirizzo mail: assistenza.cnt@iss.it oppure chiamare lo 06 49904430 (lunedì-mercoledì-venerdì: h. 9.30-12.00). Prima di rendere fruibile ai cittadini il servizio di registrazione della dichiarazione di volontà è essenziale la partecipazione del personale dell’anagrafe a un breve corso di formazione curato dal Centro Regionale Trapianti della Regione. Ogni Comune può usufruire dei materiali informativi realizzati dal Centro Nazionale Trapianti. I materiali, facilmente personalizzabili dall’Amministrazione comunale, sono disponibili al seguente indirizzo www.trapianti.salute.gov.it (cliccando sul banner “Una scelta in Comune”).

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile chiamare il CRT Sicilia al numero 091/6256641 e chiedere della dottoressa Chiara Coticchio.