Palermo ha il suo campione del mondo di karate, fresco di vittoria ai mondiali di Belgrado svoltisi dal 16 al 17 novembre. Bourguigua Mohamed, palermitano di nascita e naturalizzato italiano, ha trionfato sia nella categoria a squadre che in quella individuale vincendo tutti gli incontri, 3 della prima e 4 della seconda.

Al torneo hanno partecipato 25 nazioni per un totale di 800 partecipanti. La delegazione azzurra contava 14 atleti selezionati tra i migliori karateka del Paese, provenienti da diverse accademie. Tra questi c’era Mohamed, cintura nera terzo dan, che ha preso parte alla spedizione azzurra da campione italiano nella categoria open 2019 e da vincitore della coppa Italia 2019.

Tanta la soddisfazione del giovane atleta e del suo allenatore Giuseppe Morello, che ne ha seguito la crescita sportiva con determinazione e impegno.

il karate è una disciplina, più che uno sport, poiché ha nel suo dna una storia pregressa come arte da combattimento, derivante da situazioni reali. Il tempo e la morale corrente ne hanno smussato l’aggressività rendendola una disciplina più morbida nella parte applicativa, ma conservando la caratteristica di un gesto da combattimento.