Emergenza lettini all’interno degli asili nido comunali di Palermo. A denunciarlo è Sabrina Figuccia, consigliere comunale  schierata tra le fila dell’Udc. “Che i figli paghino le colpe dei padri, purtroppo la storia ce lo insegna – afferma in una nota -. Ma che i piccolissimi alunni, per i quali i genitori hanno avuto la fortuna di trovare un posto negli asili nido comunali (impresa quasi ai militi dell’impossibile), debbano pagare le inefficienze e le nefandezze dell’amministrazione Orlando è davvero troppo”.

Nei giorni scorsi, la dirigente che si occupa dell’amministrazione scolastica comunale, Marianna Fiasconaro, ha inviato una circolare a tutti gli asili nido gestiti da Palazzo delle Aquile, con la quale comunicava che, in attesa dell’arrivo delle brandine ignifughe che sostituiranno i lettini e i materassini finora utilizzati, i piccolissimi alunni non potranno dormire presso i nidi e che quest’ultimi dovranno osservare un orario ridotto.

“Era davvero necessario attendere settembre per sostituire i lettini? – si chiede Sabrina Figuccia – E finora, i nostri piccoli dove hanno dormito? Ma, soprattutto, cosa dovranno fare gli operatori tra una poppata e l’altra? Mettersi a giocare a briscola con i neonati oppure discutere dell’origine dell’universo con i lattanti?”.