“‘Cicu non ha fatto niente per la Sardegna e doveva fare qualcosa per la Sicilia?. E abbiamo un assessore regionale che vota per un sardo. Ma poi assessore regionale. Diciamoci la verità: ex assessore regionale”

Sono le parole di Gianfranco Miccichè, Presidente dell’Ars e commissario di Forza Italia in Sicilia pronunciate in un incontro politico di Forza Italia e riprese in un video che sta diventando virale sui social. Parole da campagna elettorale ma che sembrano profetiche nello stile di Miccichè che dice le cose senza filtri.

Parole che lasciano intuire, anzi che esprimono senza mezzi termini le intenzioni del coordinatore forzista: chiedere a Musumeci un rimpasto in giunta subito dopo le Europee, un rimpasto che parta dalla volontà di ‘far fuori Armao’.

Il Vice Presidente della Regione Gaetano Armao non commenta per vie ufficiali ma il video che gira sui social lo ha visto, eccome! La vicenda sembra sia destinata ad approdare su tutti i tavoli che contano ovvero tanto su quello del Presidente del partito Silvio Berlusconi quanto su quello del Presidente della Regione Nello Musumeci al quale Armao, in qualità di suo vice Vice Presidente potrebbe chiedere lumi sulle azioni da intraprendere.

Lo scontro politico in atto fra le posizioni di Miccichè e quelle di Armao e Bartolozzi dentro Forza Italia non è una novità. Non è neanche la prima o la seconda volta che viene allo scoperto. Ma stavolta l’affondo è di tipo istituzionale visto che Miccichè sembra anticipare proprio la sostituzione di Armao.

Sembrano lontani i tempi ritratti nella foto copertina di questo pezzo, minati da tanto fuoco covato sotto le ceneri e da tanti attacchi venuti allo scoperto negli ultimi mesi. La domanda è ‘cosa e pensa Berlusconi di tutto questo?’ E comunque su tutto resta un interrogativo legato all’esito delle Europee che potrebbe decisamente cambiare le carte in tavola in un senso o nell’altro.

Raggiunto da Blogicilia Gaetano Armao si sfoga: “Le parole del presidente dell’Assemblea sono gravissime sul piano istituzionale. E’ un errore marchiano cercare gli avversari dentro il partito invece di sostenere tutti insieme Forza Italia. Personalmente faccio campagna elettorale per il presidente Berlusconi. Dove possibile, d’intesa con il partito a livello nazionale, consiglio di votare anche un parlamentare uscente come Cicu che si batte per i temi dell’insularità e non confonde il regionalismo differenziato da quello indifferenziato”.

La replica di Miccichè arriva a fine mattina ed è indirizzata non ad Armao ma a Cicu. Un messaggio che non sembra di pace nei confronti del Vice presidente della Regione.

“Chiedo scusa al mio amico Salvatore Cicu – dice MIccichè – se ho usato parole poco cortesi nei suoi confronti, nella foga con cui ho parlato di un nostro assessore che fa terrorismo sugli altri candidati. Cicu non merita queste critiche perché è un valido eurodeputato”.

 E anche l’eurodeputato uscente e candidato Salvatore Cicu interviene nella polemica: “Accetto le scuse di Gianfranco Miccichè e comprendo benissimo che durante la campagna elettorale possa sfuggire di fare affermazioni sopra le righe, pronunciate per impeto e non per convincimento. Chiedo però a Miccichè, e sono certo che lo farà perché ciascuno di noi vuole il bene di Forza Italia e della Sicilia, che si scusi con l’Assessore Armao, vicepresidente del governo Musumeci, che è una risorsa preziosa per la Giunta e per tutti i siciliani per le sue competenze in campo economico e finanziario e per il suo impegno sul tema dell’insularità. Siamo impegnati in questo momento per un grande successo di Forza Italia alle elezioni europee e questo obiettivo deve vederci tutti uniti”.