E’ completamente crollata una corsia della strada statale 113 tra Buonfornello e Cerda. Le piogge e le infiltrazioni hanno provocato il cedimento di una fetta d’asfalto di un tratto di strada percorsa durante la Targa Florio. Notevoli i disagi per i pendolari di quattro comuni di Cerda, Aliminusa, Sciara e Montemaggiore Belsito. L’unica via di fuga resta Termini Imerese con il grande caos che si sta registrando in questi giorni.

L’appello del sindaco di Termini

“A seguito dell’eccezionale ondata di maltempo che hanno interessato i nostri territori, come altri colleghi sindaci, ho richiesto, agli organi competenti, tra cui la presidenza della Regione Siciliana, il riconoscimento dello stato di calamità, in ragione degli ingenti danni subiti dal patrimonio pubblico e privato sinora rilevati – dice il sindaco di Termini Maria Terranova – Il maltempo ha causato cedimenti, allagamenti, frane, smottamenti e ingombro di detriti che hanno danneggiato gravemente strade statali e provinciali, strade di accesso alle abitazioni, strade comunali interne ed esterne al centro abitato. Per non parlare dei danni subiti dall’agricoltura”.

Danni all’economia

“Nella strada statale 113, in zona “Torrazza, tra il bivio di Cerda e l’accesso allo svincolo autostradale è franata una corsia. Insieme ai miei colleghi di Sciara, Cerda e Montemaggiore e Aliminusa, chiediamo, procedure snelle che possano ripristinare i danni provocati dal maltempo. I danni subiti dal tessuto economico territoriale vanno immediatamente ristorati. I Sindaci sono la prima barriera a tutela delle legittime istanze e dei diritti dei cittadini e non possono essere lasciati soli davanti a eventi così drammatici. Diversamente, assumeremo posizioni ancora più decise a tutela dei nostri territori”.