Visita ufficiale, a Palermo, del generale di corpo d’armata Riccardo Galletta che, dal 12 gennaio, ha assunto l’incarico di comandante interregionale carabinieri ‘Culqualber’ di Sicilia e Calabria. Ad accoglierlo, nella sede del comando legione carabinieri Sicilia, è stato il generale di brigata Rosario Castello, comandante della legione.

Alla caserma “Dalla Chiesa”

Il generale Galletta nella caserma “Dalla Chiesa” ha incontrato, oltre ai comandanti provinciali dell’Isola ed al comandante del 12° reggimento carabinieri “Sicilia”, una rappresentanza dello stato maggiore, dei reparti territoriali, specializzati e mobili, di delegati della rappresentanza militare e i militari dell’arma in congedo.

Il neo comandante del Culqualber di Sicilia e Calabria, si è intrattenuto cordialmente con i militari convenuti ed ha ricordato, in un discorso coinvolgente e appassionato, i valori fondanti dell’Istituzione, che sono quelli della vicinanza e della prossimità ai cittadini, evidenziando come il lavoro di squadra sia il fattore prolusivo di ogni successo.

Ha inoltre rivolto un pensiero commosso e grato a tutti quei carabinieri, e alle rispettive famiglie, che in questi anni hanno dedicato la loro vita al servizio del cittadino, sia in molteplici operazioni anti-mafia, sia in attività di contrasto quotidiano alla criminalità comune, sia di soccorso alle popolazioni in momenti di particolare bisogno.

Ha poi ringraziato personalmente tutti i presenti augurando di continuare a lavorare “servendo” la cittadinanza. Un incontro breve, intenso e significativo che il Gen. Galletta ha voluto suggellare nella sua Palermo, con le visite alle Autorità Regionali e ai Vertici della Magistratura.

Il colloquio con il presidente Musumeci

La visita è poi proseguita a Palazzo Orléans dove il generale Galletta è stato ricevuto dal presidente della Regione, Nello Musumeci. Per il neo comandante, accompagnato dal generale di brigata, Giuseppe De Liso, comandante provinciale dei carabinieri di Palermo, si tratta di un ritorno nell’Isola, dove ha già guidato la Legione Sicilia. Un incontro cordiale da cui è emerso il costante impegno organizzativo, da parte del comando interregionale che ha competenza su Sicilia e Calabria, per continuare a garantire la presenza dell’arma anche nelle contrade più remote.

Musumeci ha ribadito la disponibilità del governo regionale e dell’intera amministrazione a continuare a garantire una leale collaborazione fra istituzioni, ha ringraziato per l’impegno che l’Arma profonde ovunque nell’Isola e ha assicurato che ricambierà la visita nella sede interregionale di Messina.

“Il nostro governo è intervenuto in questi anni concretamente – ha sottolineato il presidente della Regione – per garantire la riqualificazione di alcune caserme, che costituiscono un irrinunciabile presidio di legalità sul territorio regionale”.