Sul palco del Politeama Garibaldi di Palermo saliranno due i pianisti di fama internazionale Gloria Campaner e Leszek Możdżer. L’appuntamento è per martedì 14 maggio alle 20.45 e rientra nella stagione concertistica dell’Associazione Siciliana Amici della Musica. Sarà un concerto-spettacolointitolato Heart of Stone, che può significare sia “cuore di pietra” sia “cuore della pietra”.

Gloria Campaner e il polacco Leszek Możdżer, lei concertista di musica classica pluri-premiata e apprezzata anche per la sua versatilità, lui musicista polacco tra i più riconosciuti della scena jazzistica contemporanea,con questa tournée ricorderanno lo scultore sardo Pinuccio Sciola a tre anni dalla scomparsa, avvenuta nel maggio 2016.

La tournée Heart of Stone, realizzata in collaborazione con l’Istituto Polacco di Roma, è un concerto-spettacolo dedicato alla natura e agli elementi cosmici. Il progetto, che unisce musica classica, jazz, elettronica ed arte, è nato nel 2015 da un’idea di Gloria Campaner, Leszek Możdżer e Pinuccio Sciola nel suggestivo “Giardino Sonoro” dello scultore a San Sperate (Cagliari), il museo a cielo aperto dove sono conservate le sue celebri “Pietre Sonore”.

Con l’aiuto dell’artista che le ha create, la Campaner ha imparato a “suonare” queste sculture di pietra, cogliendo l’unicità del suono che producevano e delle armonie con le quali si potevano ideare brani musicali nuovi. Il risultato di questo laboratorio artistico ha dato vita a un concerto-spettacolo che avuto la sua prima esecuzione nel 2015 in Sardegna al Cala Gonone Jazz Festival, alla presenza dello stesso Sciola, ed è culminato in un documentario trasmesso da Sky Arte nel 2017 con la regia video di Luca Scarzella. Heart of Stone è stato poi ripreso e rielaborato dai due pianisti, Campaner e Możdżer, per il concerto di apertura dell’Enter Music Festival 2017 di Poznań, in Polonia.

“Questo progetto è nato da un viaggio alla ricerca dei suoni nascosti nelle “Pietre Sonore” del maestro Sciola – racconta la pianista Gloria Campaner – che mi ha pazientemente insegnato a suonarle accarezzandole, trovando le armonie nascoste, e a trasmettere quelle vibrazioni dalla memoria della materia all’anima umana, attraverso le nostre stesse frequenze vitali. Mi ha spiegato che i monoliti più grandi si suonano a loro volta con altre pietre, mentre le sculture più piccole si accarezzano con le mani o si possono sfregare con un arco da contrabbasso che individua proprio delle note musicali distinte con le quali, insieme al pianista jazz Leszek Możdżer, abbiamo poi creato dei brani inediti. È stato un privilegio poter lavorare a contatto con un artista come Pinuccio Sciola ed entrare nella sua casa, nel suo laboratorio”.

“Attraverso Gloria Campaner ho conosciuto Pinuccio Sciola e le sue incredibili opere d’arte – dice il jazzista Leszek Możdżer – che riescono a metterci in contatto con il suono cosmico della natura. La grande quantità di armonie che queste pietre, se suonate correttamente, possono emanare mi ha davvero affascinato e stimolato creativamente”.
Il concerto-spettacolo Heart of Stone presenterà un medley tra capolavori della musica classica di autori come Claude Debussy, Sergej Prokof’ev, Johann Sebastian Bach, Isaac Albéniz, Astor Piazzolla, Witold Lutosławski e Arvo Pärt – riarrangiati in chiave jazz – e momenti di puro free style tra i suoni elettronici di due sintetizzatori e il canto unico e irripetibile delle “Pietre Sonore” di Pinuccio Sciola. I due musicisti coinvolgeranno anche dei giovani percussionisti provenienti dai conservatori e dalle scuole di musica locali. Ci saranno anche le video proiezioni di Luca Scarzella per amplificare l’esperienza multi-sensoriale.