Il Green Basket si prepara ad affrontare il campionato di Serie B. La formazione palermitana sarà impegnata nel girone A insieme a squadre piemontesi, toscane e siciliane. Il roster palermitano comincerà il suo campionato il 5 ottobre a Firenze.

Per quella data la squadra cercherà di farsi trovare pronta. Proprio in tal senso è da vedere la conferma del centro monrealese Giuseppe Caronna. Il lungo è stato una rivelazione nella stagione scorsa, grazie ad una media di 13.3 punti conditi da ben cinque uscite in doppia doppia, perennemente nella top 3 del girone per efficienza sotto canestro.

Caronna cercherà di ripetere quanto fatto di buono e dichiara: “È un onore poter vestire i colori della propria città per un altro anno. Lo scorso anno è stato bellissimo vedere che, proprio grazie alla mia presenza, molti palermitani si sono avvicinati al basket. Certo, mi piacerebbe che ce ne fossero di più, magari anche tra i compagni di squadra– scherza –Purtroppo però il movimento cestistico non sta benissimo, fa comunque piacere essere un’eccezione”.

“Sono stato molto contento delle prestazioni personali – continua Caronna – un po’ meno per quelle di squadra, la retrocessione ha fatto male a tutti. Questo sarà l’anno del riscatto. Volti nuovi, nuove figure professionali, una società che cresce, al di là di quel che è stato il risultato sportivo: tutto volge al perfezionamento di un sistema vincente che pagherà negli anni a venire. Ritengo di aver fatto la scelta giusta per provare a confermarmi a buoni livelli”.

Caronna, in chiusura, parla delle aspettative che molti avranno su di lui: “Rispetto allo scorso anno ci sono aspettative diverse su di me, sia per quanto riguarda la mia società che per quanto riguarda il modo in cui mi guarderanno gli allenatori delle altre squadre, perché ho dimostrato di poter stare all’interno della categoria. Adesso però tocca ricominciare da zero: guardare al passato è produttivo se lo si fa con il giusto approccio -conclude- Bisognerà lavorare sugli errori dello scorso anno per evitare spiacevoli conclusioni”.