È guarito, così è stato dimesso uno dei quattro bambini ricoverati presso l’ospedale Di Cristina di Palermo perché risultati positivi al Coronavirus. Il bimbo ha effettuato il doppio test del tampone che ha dato esito negativo e stamane ha lasciato il nosocomio. Restano ricoverati gli altri tre bimbi le cui condizioni non destano preoccupazione. Lo fa sapere all’assessorato regionale alla Salute la direzione dell’Azienda sanitaria ospedaliera Civico di Palermo.

Non è un caso di coronavirus, invece, quello della bambina di 5 anni morta nello stesso ospedale due giorni fa. La bambina, giunta dal Nisseno, era arrivata come caso sospetto ma il tampone ha escluso che il drammatico malessere fosse legato al Covid-19. Ciò non toglie nulla alla tragedia probabilmente dovuta a tubercolosi ma tranquillizza sul fronte della lotta al virus che causa polmonite e che ci sta costringendo tutti a casa

Parlando, sempre, di bambini sono in via di guarigione i due piccoli contagiati a Bagheria così come i loro genitori. Il sindaco della città alle porte di Palermo ha, poi, però confermato che i casi sono aumentati anche lì.

Altri due nuovi contagi sono stati registrati nelle ultime ore: uno è il risultato di un tampone fatto ad un componente appartenente al focolaio del paziente 1 di Bagheria già contagiato, un altro è un anziano ultrasettantenne non riconducile a nessun focolaio per il quale ancora si deve comprendere la modalità di contagio, l’uomo non aveva sintomi simili al coronavirus.

La positività è stata riscontrata a seguito di visita ospedaliera; probabilmente è stato contagiato da familiari che uscivano, visto che lui non usciva di casa da parecchi giorni. Salgono così a 15 i casi bagheresi, fatta eccezione il paziente che era in cura presso il dipartimento bagherese del Rizzoli, non residente a Bagheria.

I dati sono stati ufficializzati  dal sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli, nel corso di una nuova diretta facebook con la quale ha anche informato sullo stato di salute degli altri contagiati: oltre ai bambini e ai loro genitori, il primo paziente bagherese, respira autonomamente ed è in attesa dei successivi tamponi per sapere se è del tutto guarito, un altro si è completamente ripreso e potrebbe uscire dall’ospedale a breve, gli altri  sono stabili.

I contagiati in Sicilia fino ad oggi