La frase di una canzone di De André che suona quasi fatale, come un tragico presagio: “dormi sepolto in un campo di grano”.
E’ questo l’ultimo post pubblicato sul proprio profilo Facebook da Federico Troia, il giovane motociclista che ha perso la vita dopo dieci giorni di rianimazione a seguito dello schianto avvenuto il 13 ottobre in viale Regione Siciliana.

Intanto non si contano i messaggi di dolore degli amici. “Io non ci posso credere – scrive Michele – non ci voglio credere. 2 settimane fa in palestra parlavamo , scherzavamo, tu sempre con il sorriso, una persona d’oro,  e il destino ha deciso che era tempo di lasciare questa vita,  una vita beffarda… Ciao amico mio, riposa in pace.”

Increduli gli amici di una vita che hanno voluto dedicare un pensiero all’amico scomparso.
“In questo giorno particolare – scrive Roberta – penso a te grande angelo sulla terra che te ne sei andato troppo presto lasciandomi incredula e sgomenta, perché tu sei sempre stato e sarai un ragazzo d’oro, con il tuo perenne sorriso
Ti voglio bene Federico. Veglia sempre su di me con la tua allegria”

“Le poche volte che ci vedevamo mi tiravi sempre in aria perché pesavo poco e ti divertiva eri già pieno di vita compare volevi andare avanti onestamente come hai sempre voluto fare, oggi mi pesa scrivere queste parole perché ancora non ci posso credere, voglio ricordarti cosi con quel sorriso stampato sempre in faccia. Ciao compare rimarrai nei miei pensieri quotidiani”, dice Mattia.