Diventa più ripida la scalata del Palermo verso la serie A e si complicano anche i rapporti tra la società e Roberto Stellone che ora rischia anche l’esonero. Il pareggio contro il Padova ha deluso le aspettative della dirigenza e della tifoseria che si aspettava un impegno più importante dei rosa nella corsa alla massima serie.

L’1 a 1 compromette infatti l’obiettivo promozione diretta anche se ancora nulla è perduto. Se i rosanero dovessero vincere tutte le partite, si aggiudicherebbero la promozione senza passare dai playoff grazie agli scontri diretti a favore con il Lecce.

Fatto sta però che ieri i palermitani hanno sprecato una ghiotta occasione e il capro espiatorio sembra essere l’allenatore Stellone. Alcune sue scelte fatte durante il match con i padovani non sarebbero andare a genio a Rino Foschi il quale, dopo una sfuriata alla squadra dopo la deludente prestazione di ieri, ora pensa di esonerare il tecnico. I giocatori però non vogliono sentire parlare di esonero e si schierano a favore del mister.

Delio Rossi e Tedino potrebbero essere le alternative plausibili a Stellone che rimane in bilico. Fondamentale sarà il prossimo turno di campionato. Il Palermo sarà ospite a Livorno che lotta per non retrocedere. Il Lecce, diretto avversario del Palermo per la promozione in serie A, ospiterà il Brescia capolista domenica sera alle 21.