Avviata dall’amministrazione comunale una rotazione del personale e la sospensione dei dipendenti coinvolti, a vario titolo, nell’inchiesta Caronte sul racket della compravendita dei loculi al cimitero comunale di Bagheria.

Il segretario generale del Comune di Bagheria, Daniela Amato, nella sua qualità di responsabile dell’anticorruzione e trasparenza, al fine di dare un forte segnale di legalità, ha già provveduto alla rotazione straordinaria del personale comunale secondo le vigenti disposizioni normative, ha inoltre provveduto alla sospensione cautelare dal servizio e dalla retribuzione di coloro che sono sottoposti a misura di custodia cautelativa ed a breve adotterà le misure disciplinari.

«Saremo risoluti e inflessibili nei confronti di coloro che si sono macchiati di un reato così grave come il vilipendio di cadavere» – dice il segretario Daniela Amato – «è stato un duro colpo ed un dolore immenso per tutta la comunità bagherese e di questo occorre tener conto».

LEGGI ANCHE

Orrore al cimitero di Bagheria, gli arresti nel corso dell’operazione Caronte dei carabinieri
Cimitero degli orrori a Bagheria, il patto tra dipendenti comunali e impresari delle pompe funebri (FOTO)