Un incendio la scorsa notte ha danneggiato il Parco della salute, lo spazio pubblico del Foro Italico intitolato a Livia Morello, la giovane figlia del giornalista Angelo, deceduta qualche anno fa.

Qualcuno ha dato fuoco alla giostra per bambini all’interno dello spazio verde. Sono intervenute due squadre dei vigili del fuoco e la Scientifica, oltre alla polizia municipale.

Era l’1,50 circa, quando è scattata la richiesta d’intervento alla centrale operativa del 115.

“L’eterna lotta tra il bene e il male… – scrive su Facebook il responsabile del Parco della salute, Daniele Giliberti -. Non si rendono conto però che fanno danno a loro stessi. Stiamo già sistemando la zona per garantire l’attività ai tanti bimbi che frequentano il parco”.

“Dei balordi – si legge in un avviso affisso dall’associazione Vivo sano onlus, che gestisce lo spazio verde – hanno bruciato la ‘goletta’, uno di giochi più importanti del parco (una sorta di nave con timone e due scivoli ndr). Sistemata e messa in sicurezza l’area, che verrà adibita ad attività sportiva di gruppo, apriremo nuovamente il parco per consentire ai tanti bimbi che lo frequentano di giocare e fare sport in un luogo loro dedicato e per fare capire a chi non vuole il bene di questa città quanto siano inutili questi gesti di vigliaccheria. Vivi sano onlus, associazione che ha riqualificato e gestisce il parco della salute senza contributi pubblici continuerà, tutti i giorni, a curare l’area e a garantire lo svolgimento delle attività gratuite che vengono organizzate grazie al sostegno di tanta brava gente”.

Stamattina presto al “Parco della salute Livia Morello”, appena appreso dell’incendio è arrivato il sindaco che ha ringraziato gli inquirenti presenti sul posto per i rilievi ed ha voluto esprimere la propria solidarietà e quella dell’amministrazione agli ideatori e gestori del parco.

“Insieme al vicesindaco Fabio Giambrone che ha la delega al decoro e a tutta la Giunta comunale – ha detto Orlando – faremo di tutto per continuare a sostenere questa splendida esperienza di riappropriazione civica degli spazi cittadini, con un utilizzo intelligente inspirato alla sana vita all’aria aperta e alla socialità.”

“Mi auguro – afferma Fabio Giambrone – che presto gli autori di questo gesto vigliacco ed incivile siano identificati e sanzionati perché quello compiuto è un atto contro la città e soprattutto contro i suoi bambini.”

Duro anche il commento dei 5 stelle “Il rispetto del bene pubblico è civiltà, ma anche legalità. Esprimiamo solidarietà all’associazione Vivi Sano Onlus e ai tanti cittadini che a causa dell’incendio appiccato nella notte all’interno del Parco della salute, lo spazio pubblico del Foro Italico intitolato a Livia Morello, non potranno fruirne fino al ripristino. Atto particolarmente grave, oltre che per il vile gesto, per una città come Palermo già carente di strutture pubbliche per bambini. Siamo comunque certi che tutti daranno il loro contributo per rispondere coi fatti a questo atto vergognoso” hanno detto i parlamentari nazionali del Movimento 5 Stelle di Palermo, Roberta Alaimo, Steni Di Piazza, Valentina D’Orso e Adriano Varrica.