L’Europa e le sue differenze nel contesto del Mediterraneo e le proposte per l’Europa in vista delle prossime elezioni da lanciare nel giorno in cui si celebra la festa dell’Europa. Saranno questi i temi al centro di un convegno, promosso e organizzato dall’Associazione Mediterraneo.

L’ente, presieduto da Marco Zummo, ha messo in calendario un incontro, al cinema Gaudium, domani alle 18, al quale parteciperà Giuseppe Savagnone, direttore dell’Ufficio per la Cultura della Diocesi di Palermo e componente del direttivo dell’Associazione, Maurizio Caserta, economista all’università di Catania, Alfio Mastropaolo, politologo all’università di Torino e Giuseppe Notarstefano, economista dell’Università Lumsa.

“La nostra proposta per una Europa migliore – spiega Marco Zummo – prevede più lavoro, più crescita e occupazione giovanile, affermazione dello status di cittadino europeo, tutela dei diritti umani e una politica efficace dei flussi migratori che punti all’integrazione, bandendo ogni sovranismo miope e rendendo protagonisti i paesi del mediterraneo”.

L’Italia, secondo l’associazione, deve tornare ad occupare una posizione privilegiata in Europa. “Ci accingiamo a vivere una sfida importante – spiega Savagnone – che dovrà rilanciare il peso dell’Italia in Europa. Le prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo costituiscono un passaggio particolarmente delicato per il nostro futuro. Ciò che sta accadendo alla Gran Bretagna dopo la Brexit dimostra che, senza l’Europa, non si va da nessuna parte. Serve – conclude- unità politica, che le consenta di fronteggiare i grandi blocchi di potere politico, economico e finanziario”.