“Le crocerossine? Un esempio da valorizzare”, lo dichiara il presidente delle Regione Musumeci nel corso della presentazione del nuovo libro di Vito Lo Jacono che mette in luce i racconti di queste donne che hanno dedicato la propria vita per aiutare il prossimo.

“La Regione Siciliana ha il dovere di valorizzare e di trasmettere ai più giovani l’esempio di chi ha saputo darlo. E le crocerossine sono il simbolo di questo esempio – ha detto Musumeci – : migliaia di persone sulle macerie, nelle retrovie, nelle trincee, negli ospedali di campo che si donano senza sapere a chi, ma essendo ben consapevoli del perché lo fanno. Senza alcuna contropartita, evitando sempre il clamore della vetrina e senza avere mai il titolo di un giornale. Questa è la magia che da 100 anni fa di questo Corpo una specialità”.

Il governatore Nello Musumeci ha preso parte alla presentazione del libro “Crocerossine in Sicilia. Breve ricerca storica” che si è tenuta nella Sala Alessi di Palazzo d’Orleans alla presenza dell’autore, Vito Lo Jacono, e del docente di Filosofia politica dell’Università di Palermo Manlio Corselli. Edito da Spazio cultura edizioni, il volume racconta le storie delle crocerossine nell’Isola testimoniate anche da numerose illustrazioni.

“Un libro – ha aggiunto Musumeci – si scrive perchè resti testimonianza, per far conoscere qualcosa o qualcuno agli altri. E questa pubblicazione colma un vuoto, una lacuna, perchè nessuno aveva mai soffermato la propria attenzione su questi “angeli caduti dal cielo”. Nel Novecento, durante calamità e conflitti, le crocerossine sono sempre state in prima linea e mai come in questo momento, in questa stagione, sono protagoniste in tutte le parti del mondo, nel Bacimo euro-afro-asiatico. Con la loro uniforme sempre curata, con il loro abbigliamento mai fuori posto e senza nemmeno un briciolo di sciatteria. Un esempio da valorizzare”.