Si terrà giovedì 4 luglio, con inizio alle 19, la quinta edizione del premio “Solunto Award”, quest’anno con la particolarità di un secondo appuntamento anche negli States (martedì 15 ottobre), per una consegna speciale nell’ambito delle manifestazioni del Columbus Day di New York. Anche questa speciale edizione è curata dall’abile regia di Giuseppe Di Franco (nella foto, insieme a Licia Raimondi), direttore artistico ed esperto di marketing culturale (nonché, dal mese di marzo scorso, Presidente della Solunto Foundation e insignito dell’onorificenza “Tessera Preziosa del Mosaico Palermo” da parte del sindaco della Città di Palermo, Leoluca Orlando).

La cerimonia di consegna del prezioso riconoscimento si terrà quest’anno nella prestigiosa Villa Cattolica di Bagheria, sede del Museo Guttuso, alla presenza di varie autorità e personalità (l’iniziativa culturale conosce anche il patrocinio dell’Assessorato turismo, sport e spettacolo della Regione Siciliana nonché dell’Azienda Nazionale Turismo e della stessa Città di Bagheria). Il secondo appuntamento a stelle e strisce, grazie a una partnership tra la Solunto Foundation e le associazioni siciliane e americane dedicate a Joe Petrosino, sarà una serata di gala alla presenza di circa 300 ospiti e personalità della metropoli della Grande Mela, tra loro, naturalmente anche tantissimi italoamericani. Il premio sarà consegnato a enti, istituzioni e personalità statunitensi tra cui – ci anticipa il Maestro Di Franco – la NYPD (Dipartimento di polizia di New York), rappresentata dal suo comandante James O’Neil; la Columbus Citizens Foundation, con il Presidente Marion Pardo; la Joseph Petrosino in America Association, rappresentata dal Presidente Robert Fonti e dal suo Vice Vita Scaturro; l’ Associazione Joe Petrosino Sicilia con il suo Presidente, Anna Maria Corradini, e il Vice, Pier Luigi Matta.

L’ormai prossima inaugurazione di Bagheria (la data del 4 luglio non è casuale, essendo in concomitanza con l’Independence Day) vedrà 14 personalità insignite del rinomato riconoscimento ed espressione del mondo dell’arte, della cultura, dello spettacolo, del giornalismo, della medicina, della scienza, eccetera. La Giuria è composta da: Pier Luigi Matta (Avvocato e Vice Presidente della Libera Università della Politica di Palermo); Tommaso Romano (editore e poeta); Licia Raimondi (Giornalista, Presentatrice e conduttrice televisiva) Giovanna Cirino (Giornalista); Giuseppe Di Franco (Presidente della Solunto Foundation); Antonina Imboccari (Archeologa); Filippo Maria Tripoli (Sindaco della Città di Bagheria); Daniele Vella (Assessore alla Cultura del Comune di Bagheria).

A Licia Raimondi sarà affidata la conduzione della serata che vuol essere anche sprone per la valorizzazione del prezioso e sconfinato patrimonio artistico, culturale e persino naturalistico di cui gode la nostra Sicilia. Entusiasta Giuseppe Di Franco che, ci dichiara, raggiunto telefonicamente, di aver scelto Villa Cattolica «perché è una sede storico-culturale di grande prestigio, ideale per accogliere una manifestazione come il “Solunto Award” che da quest’anno riveste carattere internazionale».

Tra le personalità che saranno premiate, secondo quanto anticipatoci dallo stesso Di Franco: per la scienza, l’Astrofisica Dott.ssa Laura Affer; per la letteratura, lo scrittore Prof. Vittorio Lo Jacono; il Prof. Manlio Corselli (storico, filosofo giurista); per la medicina, il Prof. Antonio Cascio e la Dott.ssa Giovanna Gambino; per la musica il M° Giuseppe Cataldo (compositore e direttore d’orchestra) e l’arpista e direttore (di origini francesi) M° Emmanuel Lahoz; per la fotografia, il fotografo professionista M° Angelo Cirrincione; per il giornalismo, il Dott. Marco Romano, Direttore del Giornale di Sicilia e la Dott.ssa Rosa Rubino, Direttrice della rivista “Il Vomere”; per la poesia, la Poetessa e Critica letteraria Prof.ssa Maria Patrizia Allotta; per la cultura, l’organizzatore di Mostre Vito Cuti; per la moda, l’arte e il design, l’Architetto Filly Cusenza; per la gastronomia, lo Chef stellato, Tony Lo Coco. Sarà anche consegnata una targa argento all’Architetto Flora Mondello, imprenditrice vitivinicola.