Al Santa Caterina di Monreale va in scena l’Eresia catara. Lo spettacolo, che vede alla regia Marco Pupella, viene rappresentato oggi martedì 3 dicembre alle ore 17. Nato nella sede dell’archivio comunale Giuseppe Schirò e della biblioteca comunale, il Santa Caterina è diventato uno spazio culturale che ospita un’ampia gamma di eventi.
La pièce ispirata all’omonima novella di Luigi Pirandello ha quale protagonista il professore Bernardino Lamis che, animato da volontà di rivalsa nei confronti di un collega tedesco autore di un’opera plagio sull’eresia catara, tiene una surreale lezione universitaria in un’aula piena solo di soprabiti, tratto in inganno dalla sua miopia.

Il gioco caleidoscopico delle apparenze ingannevoli dell’universo pirandelliano reinterpretati da Pupella in chiave originale approda a Monreale, dopo diversi successi riscontrati a Palermo.

Gli artisti, diretti dal registra palermitano, sono: Lavinia Pupella, Nando Chifari, Sandra Zerilli, Mirko Ingrassia, Leonardo Campanella. Lo spettacolo avrà la durata di un’ora con ingresso libero.

Marco Pupella, ex alunno del liceo Emanuele Basile di Monreale, si è distinto negli ultimi anni per alcuni importanti lavori che hanno riscosso successo di pubblico e critica, “Don Giovanni e Casanova”, “Clochardes”, Gaspare Pisciotta, Rosa Balistreri, e per la direzione artistica di alcune importanti rassegne teatrali, “Pubblica-azione rassegna di teatro contemporaneo- Teatrando – Festival senza barriere).