Misure decisamente meno stringenti, quindi più libertà per chi pratica gli sport o frequenta circoli o associazioni sportive. E’ quanto previsto dalla circolare dell’assessorato regionale della Salute che disciplina l’ordinanza dello scorso 2 giugno del presidente della Regione Nello Musumeci in cui, di fatto, si prosegue il graduale percorso di ritorno alla normalità dopo i mesi di lockdown a causa del Covid19.

Il documento, che richiama i gestori e i responsabili al mantenimento di un Protocollo sanitario all’interno delle strutture e ricorda l’avvio della stagione balneare che comincia oggi sabato 6 giugno, chiarisce anche che i “punti mare” presenti nei circoli siciliani, saranno fruibili dagli iscritti, dai loro familiari e conviventi. Nei circoli sportivi, tuttavia, potranno avere accesso anche gli ospiti iscritti a corsi di addestramento per sport individuali che dovranno essere identificati in appositi registri per favorire l’eventuale rintracciamento e dovranno produrre un’autocertificare con lo stato di buona salute, l’assenza di sintomi Covid19 e di non essere sottoposti quarantena.

Come previsto dalle circolari precedenti, le attività sportive e ricreative continueranno ad essere disciplinate da un Regolamento interno che prevede adeguate misure di sanificazione, l’utilizzo di termo scanner e saturimetro, le necessarie forme di contingentamento dell’ingresso dell’utenza, privilegiando l’accesso alle varie aree (piscine, palestre, punti mare, etc) tramite prenotazione.

Il documento, infine, chiarisce che sono consentite la pesca turistica e il noleggio di imbarcazioni, sempre nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.

Restano in vigore tutte le norme sancite con l’ordinanza regionale del 17 maggio in vigore dal 18 per le palestre. Già da metà maggio le attività sportive in palestra sono possibili rispettando il distanziamento sociale. Possono essere svolte sia all’aperto che al chiuso. Il 18 maggio fu dato il via libera alle attività propedeutiche e organizzative per permettere l’avvio degli allenamenti dal 25 maggio poi regolarmente iniziate.Ora si allarga alle attività sportive e ricreative tipicamente estive

L’assessorato, nella stessa circolare, raccomanda, infine, di seguire le norme per minimizzare il contagio.