Il sindaco di Marineo, Francesco Ribaudo, ha emesso un’ordinanza che prevede regole più rigide per cercare di bloccare il dilagare del covid19 in paese. I positivi sono oltre 90, cifra raggiunta in pochi giorni. Circa 150 le persone in quarantena. Il primo cittadino ha emanato un’ordinanza ad hoc, che prevede il divieto di spostamento se non per “lavoro, necessità, salute o ristoro”. E’ obbligatorio indossare sempre, in tutto il territorio comunale, nei luoghi all’aperto e anche all’interno dei locali pubblici, i dispositivi di protezione individuale.

Autodenunciarsi e segnalare

Obbligatorio per i soggetti positivi comunicare il loro stato al medico curante e all’autorità sanitaria locale e di prevenzione. Gli stessi devono avvisare i contatti e segnalarli.  È vietato ogni spostamento, anche nel territorio comunale, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute o ristoro. E’ sempre possibile spostarsi per recarsi presso le attività e i servizi commerciali all’interno del proprio Comune e, se non vi è la disponibilità di tali attività e servizi, è possibile recarsi presso altro Comune contiguo o, in mancanza dell’attività o del servizio in un comune contiguo, nel comune più vicino.

Vietato andare in altre abitazioni

E’ sempre vietato lo spostamento verso altre abitazioni, salvo per esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute. Sono sempre consentiti, all’interno del territorio comunale, gli spostamenti necessari alla cura degli animali ed alla coltivazione del terreno per uso agricolo. Le attività dei servizi di ristorazione e tutti gli esercizi pubblici dovranno scrupolosamente osservare le norme in materia di controllo del green pass e di distanziamento, consentendo l’accesso contemporaneo sino al numero massimo di avventori consentito.

Articoli correlati