La caccia a Matteo Messina Denaro è ancora aperta dopo che in Olanda si era sparsa la voce della sua cattura. La cattura in effetti c’è stata ma si è trattato di un goffo scambio di persona. Resta il mistero, dopo le voci che si sono rincorse sui social circa la cattura del super latitante, ormai presunto capo di cosa nostra. Sì, perchè di Messina Denaro, diventato ormai un fantasma, non vi è traccia ormai da molti anni nonostante il cerchio attorno a lui si sia fatto sempre più stretto. 

L’operazione farsa in Olanda

L’operazione andata in fumo in Olanda si è rivelata per lo più una farsa che ha riempito le pagine dei giornali e che ha fatto schizzare il nome del latitante sui tutti i canali social mondiali. Messina Denaro è ancora in Sicilia? E’ ancora vivo? E’ all’estero? Secondo la procura di Trento, Messina Denaro era nei Paesi Bassi ma il blitz è finito in farsa. E’ stato arrestato un turista inglese scambiato per il super latitante. Il risultato è stato un grande imbarazzo a causa del mancato coordinamento con la procura di Palermo.

Messina Denaro è un fantasma

L’indagine della Procura era sorta da un’altra indagine sul riciclaggio internazionale. Però a quell’appuntamento a cui doveva partecipare il turista di Liverpool non c’era affatto Messina Denaro. La conferma anche dai risultati del dna. Intanto il ricercato continua a essere un fantasma dal 1993.

L’ultima volta visto nel 1997

Come racconta La Repubblica, l’ultimo che con certezza l’ha visto era il suo amico fidato e complice Vincenzo Sinacori, che oggi è un collaboratore di giustizia: un incontro che risale al 1997. Poi si sono susseguite false piste, despistaggi e l’interruzione delle comunicazioni tramite pizzini. Il nome di Messina Denaro compare nelle intercettazioni tra due mafiosi dell’Agrigentino che all’improvviso, restano in silenzio per venti secondi. Uno dei due sussurra il suo nome. A parlare sono Giancarlo Buggea, boss di Canicattì e Simone Castello, palermitano, ex postino di Bernardo Provenzano nello studio legale dell’avvocatessa Angela Porcello, pure lei è finita in manette.